• Home
  • Blog
  • Ciclismo e Psicoterapia possono avere qualcosa in comune?

Ciclismo e Psicoterapia possono avere qualcosa in comune?

Il ciclismo è uno sport che si pratica all’aperto ed in silenzio, al centro c’è il corpo con i  suoi muscoli, il sistema cardiocircolatorio… E la Psicoterapia? Si svolge in uno studio, seduti o stesi su un lettino. Si parla e si ascolta.

Ciclismo e Psicoterapia possono avere qualcosa in comune?

Sembrano due mondi diametralmente opposti eppure, se spostiamo lo sguardo, possiamo accorgerci di come il ciclismo possa essere una metafora della terapia. 

Sono due percorsi a tappe: il viaggio che il ciclista compie in sella alla sua bicicletta e il cammino che il paziente intraprende accompagnato dal proprio psicoterapeuta. 

Ma lo psicoterapeuta non è né il capitano da seguire né il gregario che tira la volata né l’ammiraglia dalla quale il direttore sportivo ordina la tattica di corsa: il suo ruolo può essere paragonato a quello della bicicletta. Come quest’ultima ha i suoi componenti tecnici necessari a fare strada, così lo psicoterapeuta mette a disposizione la sua formazione e le sue competenze. Come nel ciclismo il protagonista è il ciclista, così nella psicoterapia il protagonista è il paziente che attraverserà tappa dopo tappa, seduta dopo seduta, scenari immaginati, supposti, e imprevedibili.

Ci potrà essere fatica, sofferenza, preoccupazione, così come gioia, sorpresa, leggerezza, l’emozione di un allungo o di una volata. Con l’obiettivo di un traguardo finale, ma senza itinerari predeterminati: sono infatti il dialogo e la continua interazione seduta dopo seduta a mettere il paziente nelle condizioni di delineare il proprio cammino prendendo coscienza dei propri punti di difficoltà e scoprendo e impiegando al meglio via via le proprie risorse.

Dott.ssa Elena Stefani

Psicologa Psicoterapeuta
Referente per l'Età adulta

Centro di Psichiatria e Psicoterapia
Studio Dottor Bova

via Cartigliana 125/C
Bassano del Grappa (VI)
0424 568424
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Autorizzazione 0036325 del 5 luglio 2007 L.R.N. 22/2002 - Attestazione di Idoneità al Sistema di Qualità Regionale - (N. 34 del 3 marzo 2009) - Accreditamento Istituzionale per il rilascio della Diagnosi e Certificazione dei Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA)
Copyright 2018 - Studio Dottor Bova - p.iva 02382190243